Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione se ne accetta l'utilizzo.
Per maggiori informazioni sulle caratteristiche e sulle modalità di disattivazione di tali cookie si veda l'
informativa estesa.

Azione di informazione, comunicazione, sensibilizzazione e pubblicità.
Fondi Strutturali Europei 2014-2020

Rete e cyber bullismo Il Rosetti aderisce al Progetto BeFriend e promuove formazione

Locandina

Nell'ambito dei progetti riguardanti le azioni di contrasto al fenomeno del cyberbullismo e l’educazione ad un uso consapevole, positivo e sicuro della rete internet, in attuazione della Legge 71/2017, il Liceo Rosetti ha aderito, in forma di partenariato, a un progetto biennale dal titolo “BeFriend”, finanziato dalla Fondazione Carisap di Ascoli Piceno e realizzato in collaborazione con l’Associazione Interculturale Onlus Tandem (soggetto capofila), l'Università degli Studi di Urbino, il Comune di Grottammare, l'Associazione Radio Incredibile, il Centro Studi Simbiosofia e l'ONG Sos Missionario, nell’ambito di intervento ‘La scuola ed i giovani’, con lo scopo di affrontare, in forma aggregata, e con un approccio innovativo, il fenomeno del disagio giovanile declinato nelle forme del drop out, del bullismo, del cyberbullismo e della discriminazione etnica e religiosa.

Le classi terze dell’Istituto (ad esclusione della classe terza AS) si ritroveranno nell’Aula Magna nella giornata di giovedì 8 marzo, dalle ore 9,00 alle ore 11,00, dove assisteranno alla presentazione del progetto da parte delle Dott.sse Claudia Battistoni e Vania Tsaneva del Centro Studi Simbiosofia.

Per le classi prime invece, è previsto un appuntamento il giorno 10 marzo 2018, dalle 10 alle 11: sempre in Aula Magna gli alunni parteciperanno al convegno “W la tecnologia…..se usata bene! – Seminario sulla cittadinanza mediale e sull’uso consapevole dei dispositivi digitali”. Relatore è il Dott. Lorenzo Lattanzi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, autore della pubblicazione “Ripensare l’educazione nell’era digitale”.

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn