Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione se ne accetta l'utilizzo.
Per maggiori informazioni sulle caratteristiche e sulle modalità di disattivazione di tali cookie si veda l'
informativa estesa.

Azione di informazione, comunicazione, sensibilizzazione e pubblicità.
Fondi Strutturali Europei 2014-2020

Al Liceo Scientifico Rosetti docenti e alunni a scuola di Dibattito

Foto di gruppo

Le sue origini sono lontanissime: dagli incontri dialettici di Aristotele alle aule delle antiche università come esercizio della disputatio, la pratica del debate entra nel sistema scolastico anglosassone già nel XIX secolo dove è capillarmente diffusa come metodo di miglioramento e di progresso umano e sociale. Attualmente in Europa viene adottata per promuovere l’acquisizione delle competenze argomentative, comunicative e sociali, finalizzata alla partecipazione democratica: l’arte del dibattere insegna a ricercare e a selezionare le fonti, sviluppa il pensiero critico e le competenze comunicative, promuove l’autostima, abitua a sostenere le proprie argomentazioni e ad essere cittadini consapevoli e informati.

Da qualche anno il Debate è finalmente giunto anche nella scuola italiana come metodologia educativa e formativa d’avanguardia promossa dall’INDIRE e da tre anni contribuisce ad arricchire l’ampia offerta formativa del Liceo Scientifico Rosetti di San Benedetto del Tronto. Nata come progetto pioneristico del Dipartimento di Lettere con la partecipazione della squadra del Liceo (6 studenti), per due anni consecutivi, alla Gara finale della Competizione Nazionale Exponi le tue idee (Milano, Maggio 2017 e Maggio 2018), è diventata pratica curricolare anche in lingua inglese: non a caso il Liceo Scientifico Rosetti di San Benedetto del Tronto è stato tra le venti scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia ammesse a partecipare con quattro studenti al Diplomacy Challenge, percorso integrato di formazione e simulazione di diplomazia internazionale del G20, iniziativa promossa dal Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, tenutasi a Roma dal 21 al 23 Ottobre 2018 durante il Festival della Diplomazia e che ha visto la squadra del Rosetti (formata da Federica Bovara, Alessandro Vagni, Simone Brandimarti e Alice Mascaretti, 4F, Domenico Fersini e Alessia Rosssi, 4E) giungere in semifinale.

Anche per quest’anno il Rosetti è motivato a proseguire e approfondire il percorso avviato; pertanto ha accolto, entro un ampio progetto di formazione nazionale al Debate nelle scuole italiane promosso dal MIUR, l’invito del IIS Savoia Benincasa di Ancona, scuola polo regionale, ad ospitare un corso di formazione rivolto agli studenti e ai docenti di 3 scuole del territorio: Liceo Scientifico Rosetti, IPSSEOA Buscemi di San Benedetto del Tronto e l’ITTS Eustachio Divini di San Severino Marche MC, ognuna delle quali rappresentate da 3 docenti e 7 studenti. Il corso si articolerà in 2 incontri in presenza previsti per il 26 e il 30 novembre p.v. di 8 ore ciascuno e 4 ore di ricerca documentale per  un totale di 20 ore. L’obiettivo del corso è presentare ai docenti e agli studenti metodologia, tipologie e regole del Debate; il formato World Schools Debate; la ricerca documentale, la linea argomentativa, il public speaking, la valutazione, etc.

L’adesione del Rosetti alle preziose iniziative formative offerte Savoia Benincasa in tema di Debate risale già allo scorso anno scolastico; tuttavia questo corso non solo suggella un proficuo rapporto di collaborazione tra scuole, non solo candida il Rosetti a partecipare alle selezioni per la seconda edizione delle Olimpiadi Nazionali che si svolgeranno a Marzo 2019, ma, cosa ben più importante, conferma la sua mission: una scuola tesa a formare e trasformare studenti e docenti insieme, attraverso un costante esercizio di democrazia e di cittadinanza, a promuovere nelle persone la comprensione, le competenze e i valori di cui hanno bisogno per cooperare nella risoluzione delle sfide globali del XXI secolo.

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn